Balena Blu

EFFICIENZA ENERGETICA? POSSIBILE.

Balena Blu

BalenaBlu riunisce esperti nell’efficientamento energetico in grado di fornire ad aziende, industrie ed enti pubblici la diagnosi energetica, i possibili interventi di miglioramento, l’analisi dei costi e dei benefici.

BalenaBlu è un brand del gruppo Antaridi, azienda che progetta e realizza soluzioni su misura: da quelle mirate alle specifiche esigenze della casa a quelle più complesse per le aziende e le infrastrutture industriali. Sviluppando sempre più l’attenzione all’ambiente nel tempo si è specializzata nella progettazione e nell’installazione di impianti a risparmio energetico (fotovoltaico, solare termico, minieolico e geotermico.

 

Lo sapevate che?

La balena blu è l’animale più efficiente in natura. Calcolando i costi energetici in fase di alimentazione e comparandoli con la quantità d’energia che viene assunta dal nutrimento, la balena blu guadagna in energia 90 volte più di quanto perda.

Efficientamento energetico

Con il termine efficientamento energetico si intende l’insieme degli interventi necessari volti a migliorare l’efficienza energetica di un edificio sia esso pubblico o privato, azienda o abitazione.
L’efficienza energetica coinvolge la razionalizzazione dei consumi, l’uso proficuo delle fonti rinnovabili e l’impiego di tecnologie più efficienti.
Le soluzioni tecnologiche moderne permettono di raggiungere quote consistenti di risparmio, variabili in funzione dell’intervento, con elevati rendimenti rispetto all’investimento finanziario richiesto.
L’efficienza energetica si rivela quindi uno strumento fondamentale per le imprese che si trovano ad affrontare aumento dei costi, consumi in calo, concorrenza estera.
Nel mercato attuale un’azienda non può prescindere da una corretta gestione dell’energia poiché questa rappresenta una parte importante degli oneri di esercizio di ogni struttura.
La corretta gestione dei consumi di energia consente il contenimento dei costi e al contempo migliora la produttività e le prestazioni ambientali, riduce la dipendenza energetica e le emissioni di inquinanti ottenendo così un business più efficiente e di conseguenza più competitivo.
A ciò si aggiungono i benefici in termini di immagine e di accesso a mercati sensibili allo sviluppo sostenibile.
La sostenibilità ambientale diventa pertanto un valore aggiunto per le aziende chiamate sempre più ad assumere un ruolo responsabile da parte del consumatore che si aspetta politiche volte a ridurre i rischi connessi ai cambiamenti climatici, alla scarsità di risorse e agli effetti della globalizzazione.

Attività

L’impianto fotovoltaico produce energia elettrica trasformando direttamente l’energia solare incidente sulla superficie terrestre grazie alle proprietà del silicio, un elemento semiconduttore molto usato nei dispositivi elettronici.
Installare un impianto fotovoltaico rappresenta un investimento economico ed energetico poiché l’energia prodotta genera ricavi superiori al costo di installazione e manutenzione oltre ad una maggiore energia di quella che è stata spesa per produrre l’impianto.

I pannelli solari termici sfruttano l’energia solare per produrre acqua calda (per uso sanitario e domestico e per il riscaldamento) consentendo significativi vantaggi: oltre al fatto di risparmiare indicativamente 100/180 metri cubi di metano a persona annualmente, si evitano gli sprechi generati molto facilmente, ad esempio, dal funzionamento ad intermittenza di caldaie o scaldabagni (calcolabile approssimativamente in ulteriori 150/250 metri cubi di metano all’anno), ma anche l’emissione di anidride carbonica, prima causa del surriscaldamento terrestre.

Inesauribile, abbondante e priva di impatto in termini di inquinamento ambientale, l’energia eolica si configura come una soluzione alternativa ai combustibili tradizionali in fase di esaurimento, pertanto sempre più costosi. Una fonte energetica pulita al 100% e a prezzi competitivi, se si pensa che il prezzo dell’energia elettrica prodotta dal vento si è ridotto di 3 volte dal 1981 ad oggi. Per produrre energia eolica si impiegano macchine ad asse verticale, particolarmente adatte all’uso in ambiente urbano e sub-urbano, e ad asse orizzontale, utilizzate in zone remote caratterizzate da condizioni climatiche estreme (ghiaccio, ventosità intensa ed irregolare).

L’energia geotermica si basa sullo sfruttamento del calore naturale della terra dovuto all’energia termica rilasciata in processi di decadimento nucleare naturale di elementi radioattivi quali l’uranio, il torio e il potassio, contenuti naturalmente all’interno della terra. L’energia geotermica costituisce oggi meno dell’1% della produzione mondiale di energia, ma ha invece un enorme potenziale e rientra tra le fonti di energia rinnovabile.

Le pompe di calore trasferiscono energia termica basandosi sul principio di funzionamento a “ciclo caldo”, secondo il quale il calore viene dapprima prelevato dalla fonte quindi portato ad un livello di temperatura superiore ed infine convogliato al sistema di riscaldamento. L’intero processo avviene all’interno di un circuito chiuso in cui il fluido refrigerante evapora già a basse temperature e raggiunge in stato gassoso un compressore, dove viene portato ad alta pressione riscaldandosi e reso utilizzabile nel sistema di riscaldamento. Il calore viene quindi rilasciato all’acqua calda, mentre il refrigerante si condensa nuovamente, chiudendo il ciclo.

Questo tipo di impianto sfrutta la componente termica dell’energia solare per produrre energia elettrica. Generando temperature elevate è particolarmente adatto per l’utilizzo in contesti industriali.

Le caldaie a condensazione garantiscono un rendimento superiore rispetto ad una caldaia tradizionale, oltre ad una riduzione del 70% circa di emissioni di ossidi di azoto e monossido di carbonio. In questo tipo di caldaie i fumi in uscita possono essere raffreddati fino ad una temperatura di circa 50°/60°, contrariamente alla temperatura di 140°/160° degli impianti ad alto rendimento e di 200°/250° degli impianti tradizionali. Questa procedura di raffreddamento consente di recuperare gran parte del calore che altrimenti verrebbe disperso attraverso il camino, utilizzandolo per preriscaldare l’acqua di ritorno all’impianto. Tutto questo si traduce in un notevole risparmio economico.

Il processo di cogenerazione è la produzione combinata di energia elettrica e termica tramite un unico combustibile da parte dello stesso impianto. Un sistema volto ad un utilizzo più efficiente dell’energia che consente risparmi significativi nella bolletta energetica, oltre alla diminuzione delle emissioni di CO2.
Nella trigenerazione l’energia termica utile viene impiegata, in tutto o in parte, per produrre acqua refrigerata per il condizionamento o per i processi industriali.
La produzione combinata di energia e calore può essere effettuata anche alimentando l’impianto con fonti rinnovabili, in particolare:

  • biocarburanti liquidi
  • biogas
  • biomasse da legno
Gli assorbitori a bromuro di litio sono sistemi di produzione combinata di energia elettrica, termica e frigorifera tramite un solo combustibile. Utilizzano fonti di calore da carburanti fossili puliti (metano, gasolio, GPL), bio-combustibili, vapore, vapore di scarto, acqua calda, energia solare, inceneritori o fumi da cogeneratori per fornire energia al ciclo di assorbimento. Garantiscono caldo, freddo e acqua calda sanitaria con un impiego ridotto di energia elettrica.
La microcogenerazione è la produzione combinata, generalmente tramite gas naturale, di elettricità e calore, realizzata in un impianto di cogenerazione di taglia inferiore a 50 kW elettrici.
I microcogeneratori integrano o sostituiscono le caldaie per il riscaldamento e soddisfano in tutto o in parte le necessità di autoconsumo elettrico.
Le caldaie a biomassa utilizzano materiali di origine animale e vegetale (pellet, cippato, legna) e consentono di risparmiare dal 20% al 50% rispetto ai sistemi tradizionali a gas metano e a gasolio.
Le celle a combustibile trasformano l’energia chimica di un combustibile direttamente in elettricità e calore, consentendo livelli elevati di efficienza. Rappresentano una tecnologia a basso impatto ambientale grazie ad emissioni minime di ossido di azoto, monossido di carbonio e anidride solforosa.
L’illuminazione LED è una reale alternativa ai tradizionali sistemi di illuminazione che permette una riduzione del consumo energetico, una maggiore durata, un controllo della luminosità e una riduzione dell’impatto ambientale.
I sistemi di automazione domestica sono in grado di offrire funzioni e applicazioni domotiche relative a comfort, sicurezza, risparmio, comunicazione e controllo.
Questo concetto si riferisce agli “edifici intelligenti” realizzati in modo da permettere la gestione integrata e computerizzata degli impianti e delle relative reti di comunicazione. Tali edifici consentono di ottimizzare i cicli di vita dei loro sistemi costitutivi e dei loro apparati, di ridurre i costi e di accrescere la produttività.
L’isolamento termico dell’involucro edilizio rappresenta lo strumento principale per ridurre le dispersioni energetiche di un edificio, permettendo di conservare la temperatura interna su livelli di benessere ambientale adeguati.
Il sistema di ventilazione meccanica bilanciata consente un risparmio di energia elettrica del 25% rispetto alla consueta apertura delle finestre.
Gli scambiatori d’aria recuperano il calore in inverno e il fresco in estate dall’interno dell’ambiente anche fino al 90. Permettono, inoltre, di ridurre acari, pollini, polveri, batteri, sostanze inquinanti, radon e umidità.
Questa tipologia di infissi garantisce un’elevata trasmittanza dell’energia solare dall’esterno verso l’interno consentendo al contempo un’ottima trasmissione luminosa. Permettono così un abbattimento delle spese di riscaldamento e di condizionamento, oltre ad un elevato grado di isolamento acustico.
Le pellicole per vetri riflettenti abbattono in modo significativo la temperatura interna consentendo la riduzione dell’energia solare totale sopra l’80%, della dispersione termica invernale fino al 30%, delle emissioni di CO2 nell’atmosfera, della luce diretta (abbaglio), dei costi energetici e la protezione da invecchiamento e scolorimento.
Il riscaldamento a pannelli radianti utilizza calore proveniente da tubazioni collocate dietro le superfici dell’ambiente da riscaldare. Fornisce comfort unito a bassi consumi di energia grazie ad un irraggiamento uniforme che richiede una temperatura dell’acqua nell’impianto di soli 30-40° rispetto ai 70-80° necessari in un tradizionale impianto di riscaldamento.
Il riscaldamento a pannelli radianti utilizza calore proveniente da tubazioni collocate dietro le superfici dell’ambiente da riscaldare. Fornisce comfort unito a bassi consumi di energia grazie ad un irraggiamento uniforme che richiede una temperatura dell’acqua nell’impianto di soli 30-40° rispetto ai 70-80° necessari in un tradizionale impianto di riscaldamento.
La diffusione delle auto elettriche nel mercato automobilistico ha portato alla necessità di un’adeguata predisposizione di reti di stazioni di ricarica per le batterie al litio utilizzate da questi mezzi con soluzioni e proposte sempre più performanti.

Servizi

  • Consulenza gestione energia
  • Analisi dello status dell’edificio e degli impianti
  • Analisi dei processi e dei consumi
  • Analisi costi e benefici
  • Pianificazione e realizzazione degli interventi
  • Analisi dei risultati ottenuti
  • Supervisione impianti
  • Assistenza
  • Manutenzione
  • Finanziamenti

Scarica la brochure di Balena Blu

Seguici su FB