ec-minheader { background: url(''); background-position: center center; }

Abitazione privata in Fiumana



  • Abitazione privata in Fiumana

Interventi effettuati

Parte strutturale
Sono stati effettuati lo spostamento e la demolizione di alcune pareti interne. Gli interventi più consistenti hanno riguardato la demolizione di un solaio con il rifacimento di soppalchi con travi in acciaio e pavimento in legno a vista e le realizzazioni di sottomurazioni, in quanto la casa, situata in centro storico, era molto vecchia e non aveva fondazioni, ma solo dei muri molto spessi (muri portanti 70 cm in sasso) posati sulla terra.

Sono stati realizzati un cappotto esterno in EPS dello spessore di 10 cm e l’isolamento tetto con lana di roccia di spessore 16 cm (8+8). La casa è munita di infissi Finstral a taglio termico.

Impiantistica termica
Al piano terra e al primo piano si è optato per il riscaldamento a pavimento con pannello radiante, il tutto alimentato da pompa di calore aria/acqua di Aermec. Questa sostituisce la caldaia per l’acqua calda sanitaria, in quanto si è scelto di eliminare la fornitura di gas. I soppalchi, invece, usufruiscono di condizionatore a pompa di calore sempre Aermec. L’impianto prevede anche una macchina VMC Zehnder per la ventilazione meccanica controllata. Questa macchina è dotata di un recuperatore di calore che recupera il calore per climatizzare l’aria più fredda che prende dall’esterno. È stato installato, inoltre, un termocamino MCZ.

Impiantistica elettrica
La potenza del contatore di energia elettrica è stata portata da 3 a 6 kW per la presenza di una pompa di calore e l’adozione del piano a induzione in cucina. Per far fronte ai consumi elettrici è stato installato un impianto fotovoltaico da 3 kWp con moduli fotovoltaici REC e inverter Power One.
L’impianto elettrico è gestito dalla domotica MY Home BTicino che consente controllo carichi, scenari, termoregolazione, videocitofonia e antintrusione. Il sistema antintrusione si interfaccia con la centrale antifurto Inim dotata di sensori a finestra e nelle persiane, oltre a radar volumetrici, e di un impianto TVCC esterno con 4 telecamere.
Un’intensa attività progettuale è stata richiesta per l’illuminazione che per il 90% è a LED e il restante 10% a basso consumo.

Gli interventi hanno consentito di raggiungere la classe energetica A. Un risultato ragguardevole per un edificio che partiva da una classe F.